Seleziona una pagina

TAN e TAEG, impariamo a conoscerli meglio

12 Ottobre 2021

Confrontare offerte di prestito in alcuni casi è davvero difficile, soprattutto quando non si hanno gli strumenti o le competenze per poterlo fare in modo rapido e semplice. Nel nostro articolo parleremo degli indicatori più importanti per valutare un prestito: TAN e TAEG.

Cosa sono il TAN e il TAEG

Un finanziamento è costituito da due variabili principali: il TAN e il TAEG. Nel dettaglio:

  • il TAN è il Tasso Annuale Nominale
  • il TAEG è l’acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale d’interesse.
PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
15/10/2021 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Prestiter Cessione del Quinto

Il TAN: cosa devi sapere

Il TAN è un valore percentuale su base annua che definisce gli interessi relativi al prestito. Ha un effetto diretto sul costo del finanziamento e sull’importo delle rate e quindi costituisce un parametro base per il calcolo degli interessi dovuti.

Il TAEG: cos’è e come incide sul finanziamento

Il TAEG, invece, definisce il costo totale del finanziamento e comprende le seguenti spese:

  • polizze aggiuntive obbligatorie;
  • eventuale apertura e mantenimento dei conti correnti;
  • lavorazione della pratica;
  • eventuali costi di addebito rata.

l TAEG è quindi utile per comparare i diversi finanziamenti proprio perché in base al suo importo è possibile calcolare con esattezza quale sia il più conveniente per le proprie esigenze personali.

Per legge, sia il TAN sia il TAEG, oltre che essere indicati nel documento precontrattuale che gli istituti di credito hanno l’obbligo di consegnare al richiedente (modulo SECCI), dovranno figurare anche nel contratto definitivo.

Scegli l’Offerta Zero Spese, la migliore sempre!

L’Offerta Zero Spese firmata Prestiter, elimina definitivamente tutti i costi aggiuntivi e anticipati, il che significa niente spese di istruttoria e niente commissioni di intermediazione.

Inoltre, presenta i vantaggi tipici dei prestiti con Cessione del Quinto, ossia:

  • flessibilità, con importi fino a 75.000 euro da restituire con piani da 2 a 10 anni;
  • sostenibilità, perché hanno rate mai superiori al 20% dello stipendio netto;
  • comodità, perché le trattenute vengono fatte dalla busta paga o dal cedolino della pensione, per cancellare il rischio di ritardi o insoluti;
  • rapidità, perché le pratiche vengono gestite in maniera telematica e semplificata;
  • sicurezza, perché l’assicurazione è sempre inclusa.

Ma non è tutto! Grazie alla firma digitale puoi sottoscrivere l’Offerta Zero spese in tutta sicurezza senza uscire di casa. Per il tuo nuovo prestito scegli l’esperienza dei pionieri della Cessione del Quinto e la solidità del Gruppo Intesa Sanpaolo. Richiedi oggi stesso il tuo preventivo su misura a un consulente Prestiter!

Condividi sui Social