Seleziona una pagina

Ottobre, mese dell’Educazione finanziaria: cos’è e perché è importante

09 Ottobre 2020

Ottobre è il mese dell’educazione finanziaria, una materia che riguarda tutti ma che continua a essere trascurata in Italia. I dati parlano chiaro: secondo un’indagine della Banca d’Italia gli italiani sono maglia nera in Europa per conoscenza dei temi finanziari. Si tratta di un ritardo da non sottovalutare, che ci espone quotidianamente al rischio di frodi, truffe e raggiri. In questo articolo vediamo nel dettaglio cosa si intende per “educazione finanziaria” e perché è così importante.

L’utilità dell’educazione finanziaria

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’educazione finanziaria non fa riferimento solo a complesse teorie finanziarie, ma è una materia che influenza tutti i nostri comportamenti di spesa e di consumo. Lo studio di questa disciplina andrebbe quindi potenziato in ogni contesto e a tutte le età, a partire dalle scuole.

Nel 2017 il cosiddetto Decreto Salva-Risparmio ha mosso i primi passi, stanziando la cifra simbolica di un milione di euro per introdurre l’educazione finanziaria nell’offerta formativa delle scuole e nel 2018 si è svolta la prima edizione del “mese dell’Educazione Finanziaria con l’obiettivo di accrescere le conoscenze di base su temi assicurativi, sulla gestione dei risparmi e degli investimenti.

Educazione finanziaria: cosa ci insegna?

Un corso di educazione finanziaria insegna a gestire in maniera più consapevole e oculata le nostre risorse, a risparmiare e investire meglio, scegliendo sempre le soluzioni più vantaggiose e sicure. Vediamo di seguito alcuni degli argomenti chiave.

Risparmio

Gli italiani, si sa, hanno l’abitudine al risparmio, ma sono in grado di scegliere la forma più conveniente per accantonare le loro risorse? L’educazione finanziaria dà la possibilità di avere tutte le competenze di base per individuare la forma di risparmio ottimale.

Mutui

L’educazione finanziaria è preziosa anche per acquistare casa. Conoscere l’iter di richiesta e approvazione di un mutuo, padroneggiare i concetti di TAN e TAEG e saper comparare i tassi di interesse, le assicurazioni e le possibilità di rinegoziazione sono infatti elementi chiave per accedere alle risorse necessarie per comprare l’immobile dei nostri sogni, in tutta sicurezza e alle migliori condizioni offerte dal mercato.

Conti e carte di credito

Scelta del conto corrente e delle carte di credito, utilizzo dell’internet banking, protezione di PIN e dati sensibili… sono solo alcuni esempi di attività quotidiane in cui una maggiore consapevolezza delle nozioni economiche e finanziarie può fare la differenza, semplificando la nostra vita e aiutandoci a risparmiare.

Prestiti

È in particolare nel campo dei prestiti che l’educazione finanziaria viene in nostro soccorso. Questo vale nei momenti di difficoltà, quando abbiamo bisogno di liquidità aggiuntiva, ma anche nella gestione ordinaria delle nostre finanze. Il mercato creditizio offre infatti prestiti estremamente vantaggiosi, che rappresentano un’opportunità per pianificare al meglio ogni spesa e dilazionarla nel tempo, senza bisogno di dare fondo ai risparmi. Un esempio è la Cessione del Quinto, un prestito a tasso fisso riservato a lavoratori dipendenti e pensionati che permette di ottenere fino a 75.000 euro, da restituire con piccole rate trattenute automaticamente dallo stipendio (o dalla pensione).

Sostenere e diffondere l’educazione finanziaria vuol dire investire nel futuro, promuovendo la formazione di consumatori più consapevoli e pronti a contribuire allo sviluppo economico di tutta la società. Prestiter, Top Partner Prestitalia del Gruppo Intesa Sanpaolo, è da oltre 20 anni al servizio di lavoratori dipendenti e pensionati per offrire soluzioni di accesso al credito su misura, trasparenti e sempre sostenibili. Richiedi una consulenza gratuita con un nostro agente per saperne di più!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook