Quota Cedibile per pensionati: cos’è e come calcolarla

13 Aprile 2020

Cosa si intende con Quota Cedibile e a cosa serve? La Quota Cedibile è il documento ufficiale rilasciato dall’Ente Pensionistico per certificare la quota massima della pensione utilizzabile per richiedere un prestito. Ma come viene calcolata e in che misura condiziona una richiesta di prestito? Vediamo, passo dopo passo, tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Quota Cedibile: chi la rilascia e quali informazioni contiene

La Quota Cedibile viene rilasciata dall’ente pensionistico ed è un documento fondamentale per avviare una pratica di finanziamento. Al suo interno sono infatti riportate tutte le informazioni utili per verificare la situazione economica del cliente. Ecco quali sono:

  • Informazioni sui prestiti in corso: in particolare l’esistenza di altre Cessioni del Quinto della pensione.
  • Numero progressivo delle Quote Cedibili già rilasciate al cliente: vale a dire quante Quote Cedibili sono già state richieste.
  • Quota Cedibile: l’importo massimo che il cliente può impiegare per rimborsare il prestito, che corrisponde appunto alla somma che l’INPS tratterrà dalla pensione ogni mese, per girarla automaticamente all’ente creditizio una volta approvato il finanziamento.

Quota Cedibile: come si calcola?

Calcolare la Quota Cedibile della tua pensione è più facile di quanto potresti pensare, basta seguire alcuni semplici passaggi:

1. Dividi la pensione netta in 5 parti

Prendiamo ad esempio una pensione netta di 1.000 euro, dividendola per 5 otteniamo 200 euro, cifra che corrisponde appunto a un quinto della pensione.

2. Sottrai il quinto dalla pensione netta

Sottraendo 200 euro dall’importo netto di 1.000 euro otteniamo 800 euro.

3. Confronta la cifra ottenuta con l’importo della pensione minima

Al fine di garantire la sostenibilità del prestito, ossia una cifra minima restante che permetta al richiedente di poter vivere dignitosamente, è importante avere come parametro di riferimento la pensione minima, che per il 2019 è pari a 515 €.

Nel nostro esempio la pensione netta mensile è 1.000 €, la rata massima è 200 €, la differenza è 800€, ben oltre la pensione minima (515 €).

Nel caso in cui la pensione netta fosse 600 €, la quota cedibile sarebbe 120 € (600 diviso cinque), con una differenza tra questi due numeri pari a 480 €, inferiore alla pensione minima. In questo caso, dunque, la rata massima utilizzabile per richiedere un prestito non potrebbe superare 85 € (600 meno 515).

PRESTITI INPS
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
04/06/2020 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Come richiedere la Quota Cedibile

La Quota Cedibile può essere richiesta online da tutti gli istituti convenzionati. Affidandoti a Prestiter, ad esempio, puoi ottenere immediatamente il certificato di Quota Cedibile.

Grazie alla speciale Convenzione INPS, infatti, pensiamo noi a presentare la richiesta di Quota Cedibile attraverso il portale INPS, in modo semplice e veloce: un motivo in più per scegliere la convenienza e la praticità dei Prestiti in Convenzione INPS con Prestiter!

Cosa sono i Prestiti in Convenzione INPS?

I Prestiti in Convenzione INPS sono finanziamenti concessi esclusivamente dagli istituti bancari che hanno attivato accordi specifici con l’ente previdenziale. Firmando la convenzione, gli istituti finanziari aderenti applicano condizioni di favore e con tassi di interesse fissati in accordo con l’INPS.

La Cessione del Quinto in Convenzione INPS è una forma di credito molto richiesta dai pensionati, grazie alle rate sempre alla portata del richiedente e ai limiti d’età più alti rispetto ai prestiti personali.

Cessione del Quinto in Convenzione INPS: tutti i vantaggi

La Cessione del Quinto in Convenzione INPS è la soluzione ideale per ottenere liquidità aggiuntiva a condizioni convenienti e trasparenti. Ecco i suoi punti di forza:

  • Flessibilità: offre prestiti da 5.000 a 75.000 euro con piani di ammortamento da 24 a 120 mesi;
  • Sostenibilità: l’importo delle rate mensili non può mai superare 1/5 della pensione netta;
  • Privacy: non bisogna specificare il motivo del prestito;
  • Protezione: tutti i prestiti sono accompagnati da una polizza assicurativa;
  • Limiti di età più alti: il prestito può essere rimborsato fino a 87 anni con Prestiter (contro i 70 anni di altre tipologie di prestito);
  • Comodità: i pagamenti sono detratti automaticamente dalla pensione;
  • Rapidità: le pratiche telematiche riducono notevolmente le attese e i tempi morti.

Prestiter, Top Partner Prestitalia S.p.A. – Gruppo UBI Banca, è stata pioniere nei finanziamenti con Cessione del Quinto e conosce tutte le soluzioni per dare più valore alla tua pensione. Cosa aspetti? Realizza i tuoi progetti con la sicurezza dei Prestiti in Convenzione INPS, fissa subito una consulenza senza impegno con un nostro consulente!

PS: Prestiter sostiene la Ricerca sul COVID-19: per ogni Prestito in Convenzione richiesto entro il 15 maggio e successivamente sottoscritto ed erogato, Prestiter donerà 50€ all’OMS per lo Sviluppo del Vaccino COVID-19.

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook