Seleziona una pagina

Prestiti in Convenzione INPS: ecco i tassi 2021

12 Febbraio 2021

Nei giorni scorsi l’INPS ha comunicato i nuovi tassi di interesse da applicare ai Prestiti in Convenzione ai pensionati nel primo trimestre 2021. Conoscerli è fondamentale per essere certi di ottenere prestiti davvero convenienti e sicuri. Scopriamoli insieme!

Prestiti in Convenzione ai pensionati: le caratteristiche vincenti

Il Prestito in Convenzione INPS con Cessione del Quinto è una particolare tipologia di prestito a tasso fisso dedicata a lavoratori dipendenti e pensionati.

Una delle sue caratteristiche più apprezzate dai pensionati è il fatto di offrire liquidità a tassi convenzionati, perché regolati da specifici accordi sottoscritti tra l’INPS e gli enti creditizi. Tra i tanti punti di forza che hanno reso la Cessione del Quinto sempre più popolare tra i pensionati italiani segnaliamo:

  • flessibilità, è un prestito che offre fino a 75.000 euro da restituire con piani variabili da 2 a 10 anni;
  • comodità, perché i pagamenti mensili vengono detratti in automatico dalla pensione, cancellando il pericolo di ritardi o insolvenze;
  • sostenibilità, le rate mensili non possono mai superare il 20% della pensione netta (quota pari a un quinto del totale);
  • rapidità, grazie a pratiche telematiche semplificate le erogazioni avvengono in tempi brevi;
  • niente garanti né ipoteche, l’unica garanzia richiesta è la pensione;
  • limiti di età più alti rispetto ad altri prestiti;
  • polizza sempre inclusa, a tutela dei familiari.

Tutti i pensionati possono accedere a finanziamenti di questo tipo, con l’eccezione dei titolari di pensioni sociali e di invalidità civile, assegni di sostegno al reddito e assegni al nucleo familiare.

PRESTITI INPS
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
29/07/2021 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Prestiter Cessione del Quinto

Cessione del quinto ai pensionati 2021: i tassi di interesse aggiornati

A seguito della pubblicazione del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 96515 del 24/12/2020, l’Inps ha reso noti i tassi effettivi globali medi (TEGM) che banche e finanziarie sono tenute a rispettare nel primo trimestre del 2021 per i prestiti con Cessione del Quinto della pensione.

I tassi variano in base a due fattori: l’età del richiedente alla scadenza del piano di ammortamento e l’ammontare del prestito richiesto. Ai prestiti vengono applicati tassi più alti man mano che cresce l’età anagrafica, e più bassi se la somma richiesta supera i 15mila euro. Ecco il dettaglio:

  • fino a 59 anni: tassi dell’8,32% fino a 15mila euro e del 6,53% oltre i 15mila euro;
  • tra 60 e 64 anni: tassi del 9,12% fino a 15mila euro e del 7,33% oltre i 15mila euro;
  • tra 65 e 69 anni: tassi del 9,92 fino a 15mila euro e del 8,13% oltre i 15mila euro;
  • tra 70 e 74 anni: tassi del 10,62% fino a 15mila euro e del 8,83% oltre i 15mila euro;
  • tra 75 e 79 anni: tassi del 11,42% fino a 15mila euro e del 9,63% oltre i 15mila euro.

Cessione del Quinto ai pensionati 2021: come richiederla

Richiedere un prestito con Cessione del Quinto della pensione è semplicissimo, basta rivolgersi a un istituto di credito certificato e presentare:

  • Documenti di identità (carta d’identità e codice fiscale)
  • Cedolino della pensione (se in possesso del richiedente)
  • Modello Obis M rilasciato dall’INPS (se in possesso del richiedente)
  • Quota cedibile INPS (se in possesso del richiedente)

Prestiter, Top Partner Prestitalia del Gruppo Intesa Sanpaolo, è stato il pioniere dei prestiti in convenzione INPS dedicati ai pensionati. Richiedi ora un preventivo gratuito e scopri tutte le opportunità di accesso al credito che puoi ottenere con la tua pensione!

Condividi sui Social