Seleziona una pagina

Superbonus 110% e cessione del credito: tutti i vantaggi

22 Ottobre 2020

L’Agenzia delle Entrate ha approvato le modifiche al modello per ottenere il Superbonus edilizia al 110%, la maxi detrazione per gli interventi di efficientamento energetico e antisismico introdotta dal Decreto Rilancio. Facciamo il punto sui vantaggi offerti dal Superbonus e sulle opportunità per ottenere subito la liquidità di cui hai bisogno per aumentare il comfort e il valore della tua casa.

Superbonus 110%: cos’è e chi può richiederlo

Il Superbonus è un’agevolazione che porta al 110% l’aliquota di detrazione per alcuni interventi edilizi effettuati tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. La detrazione si applica ai lavori che aumentano l’efficienza energetica e riducono il rischio sismico degli edifici, e riguarda sia le prime che le seconde case, con l’eccezione di ville, castelli e residenze signorili.

Possono rientrare nel Superbonus i lavori effettuati da:

  • condomini;
  • persone fisiche, tranne i titolari di reddito d’impresa per edifici usati per la loro attività;
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) o altri istituti coperti dalla legislazione europea di “in house providing”;
  • cooperative di abitazione;
  • Onlus e organizzazioni di volontariato;
  • associazioni e società sportive dilettantistiche, ma solo per immobili adibiti a spogliatoi.

Quali lavori copre il Superbonus 110%?

Gli interventi coperti dal Superbonus rientrano in tre macro-aree:

  • isolamento termico sugli involucri;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione;
  • interventi antisismici.

A queste categorie, dette “trainanti”, si aggiungono una serie di lavori le cui spese sono deducibili al 110% soltanto se realizzati insieme a interventi di isolamento termico e sostituzione dell’impianto di climatizzazione, che rappresentando il cuore del Superbonus. Tra questi interventi secondari, detti anche “trainati”, troviamo:

  • lavori di efficientamento energetico;
  • installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Bisogna tuttavia tenere conto del fatto che gli incentivi coprono soltanto gli interventi che permettono di salire di almeno due classi energetiche, o comunque di ottenere la migliore classe energetica raggiungibile.

Come ottenere il Superbonus?

È possibile godere del Superbonus:

  1. Sotto forma di detrazione fiscale: l’importo costituirà credito di imposta e sarà recuperabile in 5 quote annuali dello stesso importo.
  2. Come sconto in fattura: lo sconto può essere anche del 100% (fattura zero).
  3. Cedendo il credito che corrisponde alla detrazione a imprese, persone fisiche oppure a enti e istituti finanziari, che hanno studiato prestiti mirati estremamente vantaggiosi per anticipare la liquidità necessaria a pagare gli interventi.

Il nuovo modello per richiedere il Superbonus, da inviare per via telematica a partire dal 15 ottobre, contiene tutte le specifiche per comunicare la scelta dell’opzione di sconto in fattura o la cessione del credito.

Superbonus e prestiti su misura: scopri i vantaggi Prestiter!

Se puoi contare su un contratto di lavoro stabile, o sulla sicurezza della pensione, godere dei vantaggi del Superbonus è ancora più semplice. Grazie a oltre 20 anni di esperienza nel settore creditizio, e alla solidità del Gruppo Intesa Sanpaolo, Prestiter ha studiato finanziamenti agevolati per offrirti subito la liquidità necessaria a completare i lavori di efficientamento energetico della tua casa. E, grazie all’Offerta Zero Spese, non sosterrai alcun costo anticipato: zero spese di istruttoria, zero commissioni di intermediazione, zero preoccupazioni, solo vantaggi!

Non rimandare, cogli al volo le opportunità di risparmio del Superbonus e regala una nuova vita alla tua casa. Richiedi subito un preventivo gratuito!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook