Cessione del Quinto e mutuo possono coesistere?

08 Luglio 2019

Una spesa imprevista, una ricorrenza da festeggiare, un viaggio a lungo desiderato, un nuovo progetto… sono solo alcune delle situazioni in cui chiedere un prestito può davvero fare la differenza. La Cessione del Quinto, in particolare, è una formula sempre più popolare tra i lavoratori dipendenti e i pensionati. Ma cosa succede quando si ha già un mutuo in corso? Si può comunque chiedere un finanziamento con Cessione del Quinto? Vediamolo insieme!

Cessione del Quinto e mutuo: è possibile?

In linea generale, nessuna norma vieta di accendere allo stesso tempo un mutuo e un prestito con Cessione del Quinto. L’unica discriminante da considerare è il reddito del richiedente, quindi la sua capacità di fare fronte all’impegno economico globale. Nella pratica spetta all’istituto di credito effettuare questa valutazione, attraverso un’approfondita analisi della sua situazione finanziaria.

Ricordiamo infatti che uno dei principali vantaggi offerti dalla Cessione del Quinto è la sua sostenibilità: questa forma di finanziamento calcola di rate sempre alla portata del cliente e mai superiori al 20% dello stipendio netto o della pensione netta, così da scongiurare situazioni di sovraindebitamento.

Detto questo, andiamo a scoprire, con un esempio pratico, quando è possibile ottenere contemporaneamente un mutuo e un finanziamento con Cessione del Quinto.

Far coesistere Cessione del Quinto e mutuo

Le rate del mutuo, di solito, sono fissate in modo da non superare il 30% dello stipendio. Questo accorgimento permette di disporre di una porzione di reddito sufficiente per fare fronte a tutte le altre spese quotidiane. Se a tale quota sommiamo la rata della Cessione del Quinto, che come abbiamo visto impegna un altro 20% del netto in busta, al richiedente resta a disposizione il 50% del suo stipendio.

È qui che entra in gioco la valutazione dell’ente creditizio, che deve far luce sulla fattibilità dell’operazione. Se il reddito residuo è tale da garantire la copertura di tutte le spese correnti, la Cessione del Quinto viene concessa anche in presenza di un mutuo.

Come richiedere un prestito con Cessione del Quinto

Grazie ai suoi infiniti vantaggi, la Cessione del Quinto è sempre più richiesta da dipendenti e pensionati. Si tratta infatti di un prestito a tasso fisso:

  • Sempre attento alla sostenibilità: perché le rate non superano mai un quinto dello stipendio o della pensione netta (il 20%, appunto);
  • Pratico: grazie alla detrazione automatica da stipendio o pensione la restituzione è comoda e non si rischia mai di saltare una rata;
  • Garantito: comprende sempre una copertura assicurativa;
  • Su misura: permette di ottenere da 5.000 a 75.000 euro, con piani di ammortamento da 24 a 120 mesi;
  • Per tutti: non servono garanti o ipoteche e possono richiederlo anche protestati e cattivi pagatori;
  • Rapido: le procedure telematiche semplificano la burocrazia e accorciano i tempi di erogazione.

Hai già un mutuo attivo e vuoi verificare la possibilità di accendere un prestito? Rivolgiti agli esperti del settore e ricevi subito una consulenza senza impegno!

Prestiter, storico agente di Prestitalia S.p.A. (Gruppo UBI Banca), è specializzata in prestiti con Cessione del Quinto e conosce tutte le soluzioni per soddisfare i tuoi bisogni. Richiedi un preventivo gratuito!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook