Seleziona una pagina

Cattivi pagatori: ottenere un finanziamento si può!

15 Settembre 2021

Sfatiamo subito un mito: essere definito cattivo pagatore non significa automaticamente avere particolari limitazioni di accesso ad un nuovo finanziamento. Esistono diverse motivazioni per cui una persona che ha un prestito in corso può finire nel registro dei cattivi pagatori ma per fortuna altrettante soluzioni per richiederne uno nuovo. Scopriamole insieme.

Non basta un ritardo su una sola rata per essere etichettati “cattivi pagatori”.

Quando si parla di cattivi pagatori, in realtà, ci si riferisce a banche dati chiamate SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie), in cui possono essere inserite una o più segnalazioni in caso di irregolarità nei pagamenti delle rate. Le più note banche dati sono:

  • la banca dati gestita dalla società CRIF;
  • la Centrale dei rischi della Banca d’Italia.
PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
18/09/2021 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Prestiter Cessione del Quinto

Puntualizziamo che i registri di queste banche dati non sono affatto “libri neri” ma soluzioni nate per raccogliere informazioni utili per valutare in maniera più rapida e precisa la storia finanziaria delle singole persone e facilitare la concessione di un prestito.

È importante sottolineare che non si rimane iscritti in questi database a vita. Esistono meccanismi automatici di cancellazione delle informazioni nel Codice di condotta per i SIC, dove sono riportate le tempistiche entro le quali le segnalazioni devono sparire.

Cattivi pagatori: le soluzioni di prestito

Esistono forme di prestito idonee e richiedibili dai cattivi pagatori. La Cessione del Quinto è tra le soluzioni più richieste da chi può contare su una fonte di reddito stabile, come uno stipendio o una pensione.

Questa forma di finanziamento garantisce la sostenibilità del prestito offrendo la possibilità di consolidare eventuali debiti esistenti a fronte di un nuovo prestito con rata unica e nuova liquidità. Inoltre, grazie all’assicurazione sempre inclusa tutela chi lo sottoscrive e la sua famiglia.

Tra le caratteristiche principali ricordiamo che la Cessione del Quinto è:

  • comoda: le rate vengono detratte automaticamente dallo stipendio o dalla pensione, scongiurando in modo definitivo possibili ritardi o insolvenze future;
  • sempre commisurata alle proprie capacità di spesa: le rate mensili non superano mai il 20% del netto in busta paga (o del cedolino della pensione);
  • assicurata: perché sempre accompagnato da una polizza contro ogni rischio;
  • non finalizzata: il denaro ricevuto può essere speso con la massima libertà.

Prestiter, agente storico Prestitalia del Gruppo Intesa Sanpaolo, è stato il pioniere dei prestiti con Cessione del Quinto e lavora da oltre 20 anni per offrire a lavoratori dipendenti e pensionati soluzioni di accesso al credito vantaggiose e trasparenti. Vuoi saperne di più? Richiedi subito una consulenza personalizzata e gratuita!

Condividi sui Social