1. Home
  2. Blog
  3. Pensioni
  4. Pensione: su Quota 104 il governo ci ripensa

Pensione: su Quota 104 il governo ci ripensa

Con un colpo di scena, il governo sembra voler trasformare Quota 103 in Quota 104, disegnando un nuovo orizzonte per chi è alle soglie della pensione anticipata. Ma cosa significa, in parole semplici, per te che conti i giorni che ti separano dalla pensione?

Il ritorno di Quota 104 per la Pensione Anticipata

La recente ipotesi del governo ha sollevato una serie di discussioni in ambito previdenziale, riguardo alla proposta di passaggio dalla cosiddetta Quota 103 a Quota 104.

Questa modifica, se approvata, segnerebbe un ulteriore passo verso il ripristino delle regole previste dalla legge Fornero, introducendo però delle novità specifiche per l’accesso alla pensione anticipata.

PRESTITI INPS
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
17/05/2024 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Hai un codice promozione?
Hai un codice promozione?
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

La Quota 104, come delineata nella bozza, si rivolge ai lavoratori del settore pubblico e privato affiliati alle gestioni INPS, e stabilisce dei requisiti ben precisi:

  • almeno 63 anni di età
  • e 41 anni di contributi versati.

Questa formula, che mantiene le modalità già in uso per la Quota 103, prevede un calcolo dell’assegno pensionistico che potrebbe risultare ridotto di circa il 4%.

I metodi di calcolo dell’assegno pensionistico 

La proposta iniziale era di trasformare la Quota 103 in Quota 104, evoluzione di un percorso iniziato nel 2019 con la Quota 101.

Questa sequenza di modifiche ha rappresentato un tentativo di adeguamento delle condizioni di pensionamento in risposta alle esigenze lavorative e demografiche del Paese.

La norma proposta, però, ha inizialmente incontrato delle resistenze all’interno della maggioranza governativa, che alla fine ha optato per la conferma della Quota 103 per l’anno in corso.

Nonostante ciò, la discussione aperta intorno alla Quota 104 rimane indicativa di un forte desiderio di riformare ulteriormente il sistema, anche se con una possibile riduzione dell’agevolazione per effetto dell’applicazione del metodo di calcolo contributivo, simile a quello previsto per l’Opzione Donna.

Questo metodo di calcolo, infatti, potrebbe ridurre significativamente l’importo della pensione anticipata, penalizzando coloro che sceglierebbero questa via.

Ad esempio, su una pensione lorda di 2.000 euro, il calcolo previsto per la Quota 104 comporterebbe una perdita di circa 80 euro, un fattore che molti lavoratori dovranno considerare attentamente.

Incentivi per rimandare la pensione

Parallelamente, la bozza di legge conferma l’esistenza di incentivi per i lavoratori che, pur avendo i requisiti per la pensione anticipata, scelgono di rimanere in attività.

Specificatamente, viene menzionato un incentivo introdotto dal decreto-legge n. 48 del 2023, che prevede il riconoscimento in busta paga dei contributi previdenziali che sarebbero stati dovuti all’INPS, attraverso il datore di lavoro, per chi decide di continuare a lavorare. Ne parliamo in maniera approfondita in questo video sul canale Prestiter di YouTube

In sintesi

La proposta di Quota 104 illustra la continua evoluzione del dibattito sulle pensioni in Italia, cercando di bilanciare tra le esigenze di flessibilità per i lavoratori e la sostenibilità finanziaria del sistema previdenziale.

Sebbene al momento non ci sia ancora una decisione definitiva, la discussione aperta attesta della volontà di adeguare il sistema alle realtà del mercato del lavoro e alle aspettative dei cittadini, in un contesto di rapidi cambiamenti demografici e professionali.

Continua a seguire il blog e il canale Prestiter di YouTube per scoprire come questa storia si evolverà, e preparati a navigare le acque del pensionamento anticipato!

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!