Seleziona una pagina

Lavoro: i segreti per aumentare benessere e produttività (anche da casa)

06 Aprile 2020

Sono sempre di più gli studi che lo confermano: stare bene aiuta a lavorare meglio. Poter contare anche quando si lavora su un’atmosfera rilassata, e su spazi confortevoli e curati, è la chiave per aumentare la produttività e il benessere psicofisico nel medio e lungo termine. Flessibilità, tecniche di concentrazione, work-life balance… ecco tutti i consigli utili per essere più felici (ed efficienti) al lavoro!

Misure per prevenire e combattere lo stress

Le aziende più attente se se stanno rendendo conto: il benessere dei dipendenti è un fattore strategico per aumentare la competitività e avere successo sul mercato. L’imperativo è evitare i possibili effetti dannosi legati alla sindrome da burnout (o forte esaurimento emotivo) che possono compromettere la salute fisica e mentale degli impiegati. 

Secondo un’indagine condotta da Levell, il 60% dei lavoratori vede calare le sue prestazioni per via dello stress cronico, e lo stress è anche una delle principali cause che possono mettere a rischio la felicità dei dipendenti.

Come prevenire e combattere questo fenomeno? Praticando meditazione, mindfulness, yoga e altre tecniche per imparare a focalizzarsi e rilassarsi; non a caso realtà importanti come Google, Nike e Apple stanno incentivando programmi di questo tipo in azienda.

Smart working: l’importanza della flessibilità

Tra le tendenze in atto c’è anche una richiesta di maggiore di flessibilità da parte dei lavoratori, alla quale le aziende rispondono aumentando le possibilità di smart working. Implementare le risorse tecnologiche e organizzative per lavorare da remoto è senza dubbio un investimento da non sottovalutare per le imprese, che possono risparmiare sui costi fissi delle sedi e sulle spese di trasferta, oltre a farsi trovare pronte in situazioni di emergenza, come ha dimostrato il recente lockdown imposto dal COVID-19. 

Ma non è tutto, perché un lavoratore più felice e rilassato è anche più leale ed efficiente, lo dimostra la Global Workspace Survey di IWG, secondo cui le policy di smart working possono portare a un aumento della produttività del 20%, oltre a ridurre le assenze dei dipendenti.

Cinque consigli pratici per essere più felici in ufficio

Il benessere sul luogo di lavoro passa anche da sane abitudini e piccoli gesti quotidiani, che possono aiutarci a migliorare la qualità degli spazi e le nostre relazioni con colleghi e superiori. Ecco qualche consiglio da mettere subito in pratica.

  1. Personalizza la postazione di lavoro: una pianta, un disegno dei bambini, la tua tazza del cuore… avere intorno oggetti a cui tieni può aiutarti a essere più a tuo agio. Questo vale anche per coloro che in questi giorni stanno lavorando da casa: dedica uno spazio preciso al lavoro, allestendo una postazione comoda da arricchire con tocchi personali.
  2. Gestisci meglio il tuo tempo: definisci le tue priorità ed evita di disperdere energie.
  3. Occhio alla posizione: schiena in asse, piedi poggiati a terra e avambracci paralleli al pavimento. Abituarsi ad assumere una postura corretta quando si lavora al PC è la chiave per prevenire fastidi e dolori.
  4. Concediti le giuste pause: spezzare è importantissimo per riposare gli occhi, sgranchirsi le gambe, schiarire la mente e ritrovare la giusta concentrazione.
  5. Comunica con i colleghi: le interazioni sociali aiutano a migliorare l’umore e a lavorare bene.

Vuoi saperne di più? Continua a seguirci per essere sempre aggiornato sulle tecniche più efficaci per trovare il giusto equilibrio e gestire al meglio i carichi di lavoro!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook