Seleziona una pagina
  1. Home
  2. Blog
  3. Economia
  4. Libertà Finanziaria: Come superare la Violenza Economica

Libertà Finanziaria: Come superare la Violenza Economica

La violenza economica è un tipo di abuso subdolo che colpisce molte donne. Si manifesta quando un partner o una figura maschile convivente controlla le finanze, limitando la libertà e l’indipendenza economica della vittima. Scopri come combattere questo tipo di violenza.

Cos’è la violenza economica

La violenza contro le donne si manifesta in molteplici forme, alcune delle quali non immediatamente evidenti, ma non per questo meno gravi o devastanti.

Oltre alla terribile realtà del femminicidio, che rappresenta l’espressione più estrema e crudele di questa violenza, esistono altre declinazioni altrettanto importanti da considerare e contrastare.

Una di queste forme è la violenza economica, un tipo di maltrattamento caratterizzato da comportamenti come:

  • il controllo finanziario da parte della figura maschile
  • o la dipendenza economica imposta alle donne.

spesso considerati normali. Eppure sono segnali di violenza economica, che limitano l’indipendenza e l’autonomia delle donne.

PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
02/03/2024 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Hai un codice promozione?
Hai un codice promozione?
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

Le misure per combattere la violenza economica

Reddito di Libertà

Per contrastare questa realtà, sono state introdotte diverse misure, tra cui il Reddito di Libertà, un’iniziativa nazionale che offre un contributo economico fino a 400 euro mensili per un massimo di dodici mesi.

Questo aiuto è destinato principalmente a sostenere:

  • l’autonomia abitativa
  • la riacquisizione dell’autonomia personale
  • e il percorso educativo di eventuali figli.

Microcredito di Libertà

Un’altra misura è il Microcredito di Libertà, che offre finanziamenti:

  • sia per esigenze familiari e formazione professionale (fino a 10.000 euro)
  • sia per l’avvio di attività imprenditoriali (fino a 50.000 euro).

Assegno di Inclusione

Inoltre, dal 2024, l’Assegno di Inclusione, che sostituirà il Reddito di Cittadinanza,  prevederà misure di sostegno e di inclusione sociale anche per le donne in difficoltà.

Ad ogni modo, la lotta contro la violenza sulle donne richiede un impegno che va oltre le sole misure di protezione e sostegno alle vittime.

È cruciale sostenere politiche di parità di genere che garantiscano alle donne pari opportunità, non solo in termini di remunerazione ma anche di crescita professionale.

E le aziende, in questo, possono dare un contributo importante, adottando politiche interne che favoriscano l’avanzamento delle donne in posizioni di leadership e garantiscano un ambiente di lavoro sicuro e rispettoso. Ne parliamo in maniera approfondita in questo video sul canale YouTube Prestiter!

In sintesi

La lotta contro la violenza sulle donne e la promozione della parità di genere richiedono un impegno collettivo, che vada oltre la protezione immediata delle vittime.

Si tratta di un cambiamento culturale che parte dal riconoscimento dell’importanza fondamentale dell’uguaglianza di genere in tutti gli aspetti della società.

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!