Bonus GPL e Metano: come fare domanda

Il Bonus GPL e metano, annunciato dal Ministero dell’Innovazione, Mobilità Infrastrutturale e Trasporti (MIMIT) è un incentivo statale che mira a promuovere la riduzione delle emissioni inquinanti attraverso la conversione dei veicoli a carburanti più puliti, come GPL e metano. Ecco come accedere al bonus.

PRESTITO ZERO SPESE
PER DIPENDENTI PUBBLICI, STATALI E PENSIONATI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
19/07/2024 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Hai un codice promozione?
Hai un codice promozione?
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

Dal 1° luglio sarà possibile prenotare i contributi per l’acquisto e l’installazione, su veicoli di categoria M1 con classe ambientale non inferiore a Euro 4, di impianti di alimentazione a GPL o metano dotati di appositi codici di omologazione effettuata ai sensi della normativa italiana oppure ai sensi del Regolamento UN n.115.

L’Ecobonus automotive, chiamato anche Bonus GPL e Metano, è una misura promossa dal governo per:

  • promuovere la riduzione delle emissioni inquinanti attraverso la conversione dei veicoli a carburanti più puliti
  • e stimolare l’installazione di nuovi impianti di alimentazione.

L’incentivo per l’acquisto riguarda i veicoli non inquinanti di categoria:

  • M1 (autoveicoli)
  • L1e – L7e (motocicli e ciclomotori)
  • N1 e N2 (veicoli commerciali).

Invece, il contributo per l’installazione di un impianto consiste:

  • in 400 euro per gli impianti di alimentazione a GPL;
  • in 800 euro per gli impianti di alimentazione a metano.

Questi contributi sono destinati a coprire parzialmente i costi di acquisto e installazione degli impianti, rendendo economicamente più accessibile la transizione a carburanti meno inquinanti.

Le installazioni devono essere realizzate entro un periodo specifico, dal 25 maggio al 31 dicembre 2024.

Requisiti per accedere al Bonus

Per essere ammessi al Bonus gli utenti devono soddisfare diversi criteri:

  • la classe ambientale: il veicolo deve appartenere alla categoria M1 e essere omologato in una classe ambientale non inferiore a Euro 4;
  • il tipo di impianto: l’impianto di alimentazione deve essere nuovo di fabbrica e completo di tutte le sue componenti;
  • l’omologazione: è necessaria l’omologazione dell’impianto secondo la normativa italiana o il Regolamento UN n.115;
  • la condizione del veicolo: il veicolo non deve essere già convertito a GPL o metano alla data di installazione del nuovo impianto;
  • la documentazione: è necessaria una fattura che attesti l’acquisto e l’installazione dell’impianto, emessa dopo il 25 maggio 2024, che mostri anche lo sconto applicato grazie al contributo statale.

Procedura per la domanda

Il processo per ottenere il bonus è strutturato per garantire trasparenza e efficienza:

  • gli installatori devono registrarsi nel sistema informatico predisposto dal MIMIT, inserendo i dati dell’auto e dell’impianto;
  • dopo la registrazione, è necessario prenotare il contributo, processo che si concretizza con la ricezione di una ricevuta di registrazione;
  • gli installatori hanno 120 giorni dalla prenotazione per confermare l’installazione, comunicando i dati del veicolo trasformato e del costruttore dell’impianto.

La possibilità di fare domanda per il Bonus sarà attiva a partire dal 1° luglio 2024, quando gli installatori potranno iniziare il processo di registrazione e prenotazione attraverso il sito istituzionale del MIMIT.

Compensazione e rimborso

Il contributo viene corrisposto dall’installatore al beneficiario tramite una compensazione sul prezzo dell’impianto e dell’operazione di installazione.

Successivamente, le imprese costruttrici o importatrici degli impianti rimborsano l’importo all’installatore, che può recuperarlo come credito d’imposta attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

In sintesi

Il Bonus GPL e metano si configura come un incentivo statale per promuovere la transizione verso un parco veicolare più pulito in Italia, facendo leva su benefici economici diretti e indiretti per gli utenti e per l’industria di settore.

Hai trovato interessante questo articolo? Continua a seguire il blog e iscriviti ai canali YouTube e Tik Tok Prestiter per restare sempre aggiornato sui temi che riguardano l’economia e gli incentivi statali!

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!