Aria condizionata sì, ma senza spendere un patrimonio

15 Luglio 2017

L’estate 2017 è senza dubbio una delle più torride dell’ultimo decennio e con questo gran caldo, per avere una migliore abitabilità e una temperatura più fresca, il condizionatore fa gli straordinari!

Eppure non serve svenarsi: seguendo alcuni semplici accorgimenti, proposti dall’ENEA durante una diretta Facebook, potremo godere della temperatura giusta senza aspettare con terrore la prossima bolletta.

Infatti i risparmi ottenibili grazie a un comportamento “più consapevole” nell’utilizzo dei condizionatori vanno dal 5% al 7% della bolletta dell’energia elettrica.
Ecco allora una serie di consigli pratici proprio per un uso attento del condizionatore!

Classe Energetica

Il primo aspetto da considerare è quello della classe energetica dell’apparecchiatura.L’ENEA suggerisce di scegliere i modelli in classe energetica “A”, oppure in classi superiori, che dispongano della tecnologia “inverter”.

Condizionatori a “pompa di calore”

L’ENEA segnala anche l’Ecobonus per la sostituzione integrale o parziale dell’impianto termico esistente con una “pompa di calore”. L’agevolazione è valida fino alla fine del 2017 e permette di detrarre il 65% dell’importo speso.

{loadposition in-post}

Scegli il posto giusto!

Una volta acquistato il condizionatore, è importante anche il suo posizionamento sulle pareti di casa. L’ENEA raccomanda di posizionare le apparecchiature nelle parti alte, evitando che le bocchette si trovino dietro a tende o divani, che potrebbero creare un effetto “barriera”, impedendo così la diffusione dell’aria fresca.

Occhio alla temperatura!

Riguardo alla temperatura da impostare, non serve ricreare il Polo Nord! È sufficiente che il termostato sia impostato tra i 2 ed i 3 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Inoltre in molti casi basta inserire la funzione “deumidificazione”, in quanto è principalmente l’umidità a far percepire una temperatura superiore rispetto a quella effettiva.

Ad ognuno il suo

Un altro consiglio è quello di posizionare un condizionatore in ogni stanza. Infatti è errato pensare che un condizionatore posizionato in un corridoio, anche se dotato di maggiore potenza, possa rinfrescare tutte le stanze che danno su quell’ambiente. L’unica cosa certa, oltre un aumento dei consumi, è il rischio di prendere dei colpi di freddo quando si attraversa la zona dove è posizionato il condizionatore, con prevedibili danni per la salute.

{loadposition in-post-2}

Evita le dispersioni!

Un accorgimento banale, ma comunque non da trascurare, è chiudere porte e finestre una volta messo in funzione il condizionatore e usare il timer o la “funzione notte” per ottimizzare i tempi di accensione e spegnimento.

Infine… la manutenzione e la pulizia!

Il condizionatore deve essere mantenuto pulito e deve essere eseguita anche una corretta manutenzione. Quando si accende per la prima volta, e successivamente ogni 2 settimane, si devono pulire sia le ventole che i filtri. In caso di deterioramento di questi componenti, si deve effettuare la loro sostituzione. I tubi esterni dell’impianto devono essere coibentati, in quanto rischiano di danneggiarsi con l’esposizione al sole. Anche la parte esterna dell’apparecchiatura deve essere protetta sia dal sole che dalle intemperie.

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook