TAN e TAEG per valutare un prestito: tutto quello che c’è da sapere

05 Luglio 2017

Può capitare a tutti di aver bisogno di liquidità aggiuntiva da poter destinare ad acquisti o più semplicemente per dare respiro al bilancio familiare. In questi casi è prassi comune rivolgersi al mondo creditizio in cerca di un finanziamento. Qual è il modo migliore per valutare quello che è realmente il prestito più conveniente?

Nella fase di esame dei prestiti proposti da banche e finanziarie, occorre focalizzare la propria attenzione su alcuni dati. Il primo è il tasso d’interesse, ovvero quanto dovremo aggiungere alla somma richiesta per poter onorare il debito contratto con l’ente erogante.

Il tasso di interesse puro e semplice, però, non è l’unico dato da tenere in considerazione. Infatti un prestito potrebbe prevedere altre spese che vanno a incidere sul costo globale del finanziamento.

Per questo bisogna considerare due aspetti: il TAN e il TAEG.
Andiamo a vedere perché!

{loadposition in-post}

Cos’è il TAN

La sigla TAN sta a indicare Tasso Annuo Nominale e va in pratica ad esplicitare il tasso d’interesse che dovremo corrispondere ogni anno, in caso di accettazione della nostra richiesta di finanziamento.

Però il TAN non esprime il costo totale del finanziamento, anzi.
Che si tratti di un prestito personale o di un mutuo, vanno infatti considerate eventuali altre spese come ad esempio le spese di apertura della pratica, quelle d’incasso e l’assicurazione del credito.
Le prime rappresentano un costo fisso che si deve necessariamente versare quando si avvia una pratica, le spese di incasso sono una commissione da corrispondere quando si paga una rata, mentre l’assicurazione può essere richiesta dall’ente erogante al fine di tutelarsi dal rischio d’insolvenza del debitore.
Come si può facilmente comprendere, si tratta di cifre variabili in base alla tipologia di finanziamento (es. prestito personale o mutuo) e alla politica adottata dagli istituti creditizi, che però sono in grado di far salire notevolmente il costo globale del finanziamento.

{loadposition in-post-2}

Cos’è il TAEG

A differenza del TAN, il TAEG rappresenta il Tasso Annuo Effettivo Globale, il quale prende in esame ogni spesa accessoria unendola al tasso d’interesse.

È proprio grazie al TAEG che è possibile capire l’effettiva convenienza di un finanziamento, mettendolo a confronto con le altre offerte presenti sul mercato creditizio.

Scegli la trasparenza!

Rivolgendoti a Prestiti & Finanziamenti tutte le condizioni sono spiegate chiaramente e non ci sono mai costi nascosti. Infatti i nostri consulenti parlano sempre del TAEG: richiedi la Cessione del Quinto i costi sono chiari sin dall’inizio, per un prestito trasparente, pratico e protetto.

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook