Seleziona una pagina

Prestiti finalizzati e non finalizzati: guida alla scelta

24 Novembre 2020

Quando si parla di prestiti, la prima grande distinzione che non tutti conoscono ma che è importate definire è quella tra prestiti finalizzati e prestiti non finalizzati. Per aiutarti a scegliere in modo sempre informato e consapevole, analizziamo tutte le caratteristiche e i punti di forza di entrambe le categorie.

Cosa sono i Prestiti Finalizzati?

Come suggerisce anche il nome, i prestiti finalizzati sono quelli che vengono concessi per un fine specifico, e che sono quindi:

  • sono vincolati all’acquisto di un determinato bene o servizio,
  • richiedono documentazione attestante l’utilizzo.

Questo significa che le somme ricevute non possono essere spese liberamente, ma vanno impiegate per lo scopo dichiarato al momento della richiesta.

L’esempio più comune di prestito finalizzato sono i finanziamenti che vengono sottoscritti presso i rivenditori di beni o servizi per dilazionare nel tempo il pagamento (dagli acquisti a rate nei negozi di elettronica alle parcelle del dentista, all’acquisto auto). In questo caso è il negoziante che ha un accordo con l’ente creditizio, ed è a lui che viene erogato l’importo del prestito che il cliente andrà a restituire a rate all’istituto che lo ha concesso.

I prestiti finalizzati possono essere erogati anche al cliente, senza l’intermediazione del negoziante, ma obbligano sempre ad allegare alla pratica tutta la documentazione (preventivi, fatture, referti) necessaria per provare che le somme ricevute saranno utilizzate per la finalità dichiarata.

PRESTITOZERO SPESE
PER DIPENDENTI PUBBLICI, STATALI E PENSIONATI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
18/04/2021 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Prestiter Cessione del Quinto

Prestiti Finalizzati: punti di forza e debolezza

Il principale vantaggio offerto dai prestiti finalizzati consiste nel fatto che sono semplici e veloci da ottenere, perché gran parte dell’iter burocratico è gestito dai rivenditori al momento dell’acquisto.

Questo limita però la libertà del cliente che, oltre a non poter spendere autonomamente il credito richiesto, non ha voce in capitolo nella scelta della finanziaria, e spesso neanche nella definizione delle condizioni e del piano di ammortamento.

Cosa sono i Prestiti Non Finalizzati?

Com’è facilmente intuibile, i prestiti non finalizzati sono quelli in cui le somme ricevute possono essere spese liberamente, senza dover dichiarare né dimostrare nulla. Il finanziamento è chiesto direttamente alla banca, o alla finanziaria, e l’importo viene trasferito al cliente tramite bonifico o assegno, senza l’intermediazione di rivenditori.

Prestiti Non Finalizzati: punti di forza e debolezza

I prestiti non finalizzati sono una soluzione di accesso al credito che protegge la privacy del cliente e la sua autonomia. Questo vale sia per l’impiego del denaro ottenuto che per la scelta del finanziamento e la definizione di tassi di interesse, importo delle rate e durata del piano di ammortamento.

Per contro, è necessario avere almeno uno dei seguenti requisiti: avere un contratto a tempo indeterminato o percepire una pensione di vecchiaia. I lavoratori dipendenti e pensionati hanno però un vantaggio in più, possono infatti richiedere il Prestito in Convenzione INPS e NoiPA, ossia un prestito non finalizzato a condizioni di favore senza bisogno di presentare garanti o ipoteche. Vediamo come funziona!

I vantaggi del Prestito in Convenzione

Il Prestito in Convenzione INPS e NoiPA tramite Cessione del Quinto è un prestito agevolato riservato a lavoratori dipendenti e pensionati. Grazie a speciali accordi sottoscritti con enti pubblici e aziende private, è possibile ottenere finanziamenti fino a 75 mila euro con tassi di interesse di favore, e restituirli in modo pratico, sicuro e sempre sostenibile.

Ecco le caratteristiche vincenti del Prestito in Convenzione INPS con Cessione del Quinto:

  • è un prestito non finalizzato, che assicura privacy e discrezionalità;
  • prevede piani di ammortamento da 2 a 10 anni;
  • è restituita con trattenute automatiche sullo stipendio o sulla pensione;
  • le rate mensili sono sempre commisurate al reddito e non sono mai superiori al 20% del netto in busta paga o della pensione;
  • include una polizza contro ogni rischio;
  • è aperta anche a chi ha avuto in passato problemi di solvibilità;
  • è gestita con pratiche semplificate che riducono i tempi di erogazione.

Se puoi contare sulla garanzia di uno stipendio fisso, o della pensione, il Prestito in Convenzione INPS e NoiPA con Cessione del Quinto è la soluzione ideale per ottenere subito una linea di credito alternativa al tempo stesso conveniente, sicura e utilizzabile con la massima libertà.

Prestiter, Top Partner Prestitalia – Gruppo Intesa Sanpaolo, è stata pioniere dei prestiti con Cessione del Quinto, ha all’attivo convenzioni esclusive con INPS e NoiPA e offre da oltre 20 anni soluzioni di accesso al credito dedicate a lavoratori dipendenti e pensionati. Vuoi approfondire la conoscenza dei nostri prestiti non finalizzati con Cessione del Quinto? Fissa un appuntamento con un consulente Prestiter, richiedi un preventivo senza impegno!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook