Prestiti ai dipendenti del settore privato: i vantaggi della Cessione del Quinto

15 Luglio 2019

Lavori per un’azienda privata e stai cercando una linea di credito alternativa? La Cessione del Quinto potrebbe fare al caso tuo! Rapida, flessibile e conveniente, questa particolare tipologia di prestito è aperta a dipendenti statali e pensionati, ma anche a moltissimi impiegati del settore privato. Andiamo a vedere nel dettaglio come funziona e chi può usufruirne.

Cessione del Quinto: storia e caratteristiche

La Cessione del Quinto è una forma di finanziamento a tasso fisso istituita con il D.P.R il 5 gennaio 1950. Riservata in un primo momento ai soli dipendenti del settore pubblico, nel 2005 è stata estesa anche ai pensionati e ad alcuni lavoratori di imprese private.

L’elemento caratteristico della Cessione del Quinto, che è all’origine del suo nome, è l’importo delle rate mensili, che non sono mai superiori al 20% dello stipendio netto o della pensione (pari, appunto, a un quinto). Grazie a pratiche particolarmente snelle, è possibile ricevere in tempi brevi fino a 75.000 euro, con piani di ammortamento compresi tra 24 e 120 mesi. I pagamenti avvengono automaticamente, attraverso una trattenuta diretta dalla busta paga, che azzera di fatto il rischio di dimenticare o saltare una rata.

Cessione del Quinto ai dipendenti privati: chi può richiederla e come

I finanziamenti con Cessione del Quinto sono aperti a tutti i lavoratori a tempo indeterminato di società per azioni (SpA) e di società a responsabilità limitata che abbiano almeno 16 dipendenti. A loro si aggiungono gli impiegati delle grandi cooperative, previa verifica di fattibilità.

La sostenibilità del prestito viene ovviamente valutata caso per caso, tenendo conto anche del TFR accantonato, che rappresenta una garanzia aggiuntiva per l’ente che concede il prestito. Per avviare l’istruttoria e verificare la fattibilità dell’operazione è sufficiente presentare:

  • Carta d’identità;
  • Codice fiscale;
  • Ultime due buste paga;
  • CUD (Certificato Unico Dipendente);
  • Certificato di stipendio rilasciato dal datore di lavoro (se in proprio possesso).

Perché scegliere la Cessione del Quinto

Per i lavoratori privati che rispettano i parametri sopraelencati, la Cessione del Quinto è un’opportunità da non perdere per far fronte a spese impreviste o finanziare nuovi progetti.

Si tratta infatti di una forma di prestito:

  • Sempre attento alla sostenibilità, con rata massima pari ad un quinto del proprio stipendio netto.
  • Riservato, è un prestito non finalizzato che rispetta la privacy del richiedente e non gli impone di specificare come verrà utilizzato il credito.
  • Pratico, grazie alla comodità della trattenuta diretta in busta paga.
  • Tutelato, comprende una garanzia assicurativa contro ogni rischio.
  • Aperto a tutti, anche a protestati e cattivi pagatori.
  • Rapido, le pratiche semplificate accorciano notevolmente i tempi di erogazione.

Per ottenere tutti i benefici offerti dalla Cessione del Quinto è tuttavia fondamentale affidarsi a esperti del settore, gli unici in grado di unire convenienza, trasparenza e professionalità.

Prestiter – top partner Prestitalia del Gruppo UBI Banca – lavora da più di 20 anni nel settore creditizio ed è specializzato in prestiti con Cessione del Quinto. Fissa un appuntamento con un nostro consulente per saperne di più!

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook