Emergenza COVID‑19 e truffe: guida ai prestiti sicuri

14 Maggio 2020

L’emergenza Coronavirus ha visto, tra i vari effetti collaterali, un’impennata di frodi online, anche nel settore dei prestiti. In questo articolo passiamo in rassegna le truffe più comuni e tutti gli accorgimenti utili per affidarsi solo a partner seri e affidabili, gli unici in grado di offrirti finanziamenti sicuri e trasparenti.

Frodi online: le truffe più diffuse

Secondo quanto segnala Google, le truffe più comuni che circolano sul Web ai tempi del Coronavirus possono essere raggruppate in 5 categorie:

  • Frodi legate a organizzazioni sanitarie: offrono cure, test o informazioni fingendo di lavorare per il Servizio Sanitario Nazionale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità o l’Istituto Superiore di Sanità.
  • Frodi legate a organizzazioni governative: chiedono pagamenti per conto dell’Agenzia delle Entrate e dello Stato.
  • Frodi legate a prodotti molto richiesti: ad esempio le vendite online di mascherine e igienizzanti, che hanno dei costi esorbitanti, sono di dubbia qualità o addirittura non vengono mai spediti.
  • Frodi legate alla beneficenza: finte raccolte fondi in favore di enti benefici, ospedali e Protezione Civile.
  • Frodi legate a enti creditizi: i truffatori si spacciano per banche e finanziarie per proporre finanziamenti a tassi estremamente bassi chiedendo in cambio denaro per i più svariati motivi (es. per sbloccare la pratica, per accelerare l’iter di istruttoria, ecc.).

Le precauzioni da adottare online

In generale, quindi non soltanto in tempi di Coronavirus, alcune buone abitudini possono ridurre drasticamente il rischio di cadere nel tranello delle truffe online. Sia che si tratti di richiedere un prestito, che di acquistare un prodotto, per valutare l’affidabilità del nostro interlocutore è bene:

Cercare i recapiti e la pagina dei contatti

Le imprese serie e trasparenti indicano sempre nel loro sito tutte le informazioni utili per essere contattate (indirizzo della sede fisica, mail, numeri di telefono), oltre ai dati societari (come partita IVA e PEC).
Puoi verificare tutti i dati della nostra azienda qui: Chi Siamo

Controllare che il sito rispetti il protocollo di sicurezza HTTPS

Nella parte iniziale dell’indirizzo di tutte le pagine del sito deve esserci l’indicazione HTTPS. Se non compare fai attenzione a non inserire i tuoi dati personali.

Verificare le richieste di dati personali o finanziari

Prima di compilare campi con informazioni sensibili verifica i punti precedenti.

Guida ai prestiti sicuri: la certificazione OAM

Se stai cercando un prestito online, e vuoi essere sicuro di rivolgerti a professionisti affidabili, la prima cosa da fare è scegliere un ente certificato dall’Organismo degli Agenti e dei Mediatori (OAM). Per farlo basta consultare il sito OAM che, per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, verifica i requisiti degli operatori, selezionando solo quelli che operano del rispetto della legge.

Prestiter è regolarmente iscritta all’OAM, puoi verificare le nostre credenziali qui: certificazione OAM.

PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
04/06/2020 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Finanziamenti sicuri: niente anticipi

Quando si tratta di sottoscrivere un prestito online, un’altra regola d’oro è quella di non pagare anticipi. Eventuali spese di istruttoria e interessi vengono infatti conteggiati nei costi del finanziamento e non vanno mai versati a parte. Diffidate quindi da chi vi chiede denaro, per esempio con la scusa di dover sbloccare o velocizzare la pratica: molto probabilmente si tratta di malintenzionati!

Inoltre con Prestiter c’è un’ulteriore novità: l’Offerta Zero Spese! Chi richiede un nuovo prestito (anche in sostituzione di uno in corso) potrà usufruire dell’Offerta Zero Spese: zero spese di istruttoria, zero commissioni di intermediazione. Richiedi ora un preventivo gratuito!

Perché richiedere il prestito con Prestiter

Top Partner Prestitalia – Gruppo UBI Banca – Prestiter vanta oltre 20 anni di esperienza nei prestiti a dipendenti e pensionati.

Siamo specializzati in prestiti con Cessione del Quinto, una particolare forma di finanziamento a tasso fisso sempre più richiesta e popolare perché:

  • personalizzabile: puoi richiedere fino a 75 mila euro con piani da 2 a 10 anni;
  • comoda: le rate vengono detratte in automatico dallo stipendio o dalla pensione;
  • sostenibile: l’importo dei pagamenti mensili è sempre commisurato al tuo reddito e non può mai superare il 20% del netto in busta paga o della pensione, quota che corrisponde appunto a 1/5 del totale;
  • tutelata: comprende sempre un’assicurazione;
  • a firma unica: non servono garanti o ipoteche;
  • non finalizzato: puoi utilizzare le somme ottenute con la massima libertà;
  • veloce: le pratiche telematiche automatizzate accorciano notevolmente i tempi di erogazione del denaro.

Grazie alla presenza di convenzioni con INPS, MIUR e NoiPA i finanziamenti Prestiter offrono inoltre a lavoratori dipendenti e pensionati tassi sempre convenienti e condizioni di favore. Inoltre, grazie all’Offerta Zero Spese, non sosterrai nessun costo anticipato!

Vuoi saperne di più? Contattaci per una consulenza personalizzata: richiedi il tuo preventivo gratuito!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook