Seleziona una pagina

Busta paga e pensione: qual è il minimo per chiedere la Cessione del Quinto?

08 Settembre 2020

Sono molti i falsi miti che circolano intorno ai prestiti con Cessione del Quinto. Spesso si pensa, ad esempio, che per poter richiedere un finanziamento servano uno stipendio o una pensione molto alti. Niente di più sbagliato. La busta paga (o la pensione) minima influiscono sull’importo che si desidera ottenere, ma non serve uno stipendio o una pensione da sceicchi per poter accedere al prestito. Vediamo insieme quali sono i requisiti minimi necessari per poter avanzare la richiesta.

Cessione del Quinto: caratteristiche e vantaggi

Riassumiamo rapidamente le caratteristiche vincenti di questo prodotto. La Cessione del Quinto è un prestito a tasso fisso riservato a lavoratori dipendenti e pensionati e grazie alle sue specifiche peculiarità è sempre più richiesto. Il merito è della sua formula unica che assicura:

  • fino a 75.000 euro con piani di ammortamento da 2 a 10 anni;
  • la possibilità di utilizzare liberamente le somme ricevute;
  • restituzione automatica attraverso trattenute dirette sulla busta paga (o sulla pensione);
  • rate leggere e sostenibili, che non possono mai superare il 20% del netto in busta paga (o della pensione), da qui il nome “Cessione del Quinto”;
  • polizza sempre inclusa contro ogni rischio;
  • senza necessità di garanti o ipoteche;
  • gestione telematica della pratica e firma digitale per velocizzare i tempi di erogazione.

La sostenibilità della Cessione del Quinto

Come abbiamo appena visto, uno dei punti di forza della Cessione è la sua sostenibilità. Il limite imposto alla rata mensile, mai più alta di 1/5 dello stipendio netto (o della pensione), serve infatti a prevenire situazioni di indebitamento, offrendo al cliente prestiti sempre alla sua portata e rate commisurate alle sue reali capacità di spesa. Proprio per questo, la cifra massima che è possibile ottenere con questa particolare tipologia di prestito dipende dal reddito mensile percepito.

Stipendio minimo per ottenere la Cessione del Quinto

Contrariamente a quanto molti sono portati a pensare, per richiedere un finanziamento con Cessione del Quinto non serve avere una busta paga molto ricca. Per far sì che il prestito sia davvero sostenibile, lo stipendio deve garantire, una volta pagata la rata mensile, che al cliente resti il reddito minimo per la sussistenza. Cosa vuol dire concretamente? Che se per il 2020 il reddito minimo è pari a 515,07 € mensili, tale deve essere l’importo garantito al richiedente al netto della rata. È evidente che, più la rata mensile sarà ridotta, più sarà basso l’ammontare del finanziamento concesso.

Vuoi sapere se il tuo stipendio può garantirti un prestito con Cessione del Quinto e quanta liquidità può offrirti? I professionisti Prestiter, Top Partner Prestitalia del Gruppo Intesa Sanpaolo, ti aspettano per rispondere alle tue domande e costruire il percorso di accesso al credito che fa per te. Inoltre con l’Offerta Zero Spese avrai la possibilità di richiedere un prestito senza sostenere alcun costo anticipato: zero spese di istruttoria, zero commissioni di intermediazione. Contattaci per un preventivo gratuito, o fissa un appuntamento senza impegno.

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook