Seleziona una pagina
  1. Home
  2. Blog
  3. Lavoro
  4. Bonus assunzioni: ecco tutte le novità 2023

Bonus assunzioni: ecco tutte le novità 2023

20 Aprile 2023

Incentivare il lavoro stabile. È questa una delle priorità della Legge di Bilancio 2023 che introduce nuovi bonus per favorire le assunzioni di donne, giovani e percettori di Reddito di Cittadinanza. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

CESSIONE DEL QUINTO
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
09/06/2023 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

Per favorire il lavoro stabile e la ripresa economica, ancora rallentata dall’incertezza del quadro internazionale, la Legge di Bilancio 2023 intende incentivare l’assunzione di:

  • donne
  • giovani
  • e beneficiari di Reddito di Cittadinanza.

In che modo? Attraverso bonus normativi ed economici riconosciuti ai datori di lavoro che assumono, senza essere obbligati per legge o tenuti in base a quanto previsto dalla contrattazione collettiva, determinate categorie di persone.

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede la legge e quali sono i bonus e gli incentivi assunzioni disponibili per il 2023.

Giovani under 36

Per favorire il lavoro stabile, il governo ha deciso di prorogare l’incentivo per l’assunzione dei giovani under 36 già introdotto durante il biennio 2021/2022.

In sostanza, si tratta di un esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a carico dell’azienda, per un periodo massimo di 36 mesi. Nel dettaglio:

  • il lavoratore non deve mai essere stato assunto a tempo indeterminato;
  • i datori di lavoro privati possono usufruire dell’esonero con il limite di 8.000 euro annui;
  • l’esonero contributivo diventa di 48 mesi se l’unità produttiva di lavoro si trova nel Sud Italia.

Donne disoccupate

Anche la presenza di donne nel proprio organico assicura sgravi fiscali per i datori di lavoro. Nello specifico, l’esonero contributivo vale per:

  • donne con almeno 50 anni di età e disoccupate da oltre 12 mesi;
  • donne di qualsiasi età, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • donne di qualsiasi età, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, occupate in una professione o settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere;
  • donne di qualsiasi età, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.

Anche in questo caso, le aziende hanno diritto ad uno sgravio fiscale del 100% sui contributi fino ad un importo massimo di 8 mila euro all’anno. Possono accedere alle agevolazioni anche i datori di lavoro privati che assumono lavoratrici nel triennio 2021-2022-2023.

Percettori del Reddito di Cittadinanza

Ai datori di lavoro privati che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023 assumeranno i beneficiari del Reddito di Cittadinanza con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato spetterà uno sgravio contributivo del 100%, ad eccezione dei premi e dei contributi dovuti all’INAIL. Possono accedere all’esonero anche le trasformazioni a tempo indeterminato fino al 31 dicembre 2023.

Hai trovato interessante questo articolo? Continua a seguire il nostro blog e iscriviti al canale YouTube Prestiter per restare sempre aggiornato!

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!