1. Home
  2. Blog
  3. Lavoro
  4. Intelligenza Artificiale nella Pubblica Amministrazione: cosa cambia (in meglio)

Intelligenza Artificiale nella Pubblica Amministrazione: cosa cambia (in meglio)

Il mondo del lavoro è in rapida trasformazione e la pubblica amministrazione italiana si appresta a vivere una vera e propria rivoluzione grazie all’intelligenza artificiale (IA). Non si tratta più di un futuro lontano: entro cinque anni molte delle attività quotidiane saranno gestite in modo diverso e saranno necessarie nuove competenze. Ecco cosa sapere.

PRESTITI NoiPA
A DIPENDENTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
15/06/2024 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Hai un codice promozione?
Hai un codice promozione?
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

L’introduzione dell’IA nel mondo della pubblica amministrazione rappresenta un passo avanti verso servizi sempre più:

  • efficienti
  • veloci
  • e personalizzati.

Questa tecnologia, che sembra uscita da un film di fantascienza, sta diventando una realtà concreta che promette di liberare il personale da compiti monotoni e ripetitivi, permettendogli di dedicarsi a mansioni più complesse e soddisfacenti.

Inoltre, l’intelligenza artificiale può migliorare la qualità delle decisioni amministrative, grazie alla sua capacità di analizzare grandi volumi di dati e identificare tendenze e modelli che sfuggirebbero all’occhio umano.

Di certo l’IA promette di snellire la burocrazia. Documenti che richiedevano settimane per essere processati potranno essere gestiti in pochi giorni, se non ore. I sistemi intelligenti saranno in grado di analizzare rapidamente grandi quantità di informazioni, permettendo ai dipendenti di concentrarsi su attività più strategiche e creative.

Come cambierà la Pubblica Amministrazione

Un esempio concreto potrebbe essere quello delle dichiarazioni dei redditi: invece di doversi districare tra numerosi documenti cartacei, un programma di IA potrebbe precompilarle, lasciando all’utente solo la verifica finale.

Allo stesso modo, le richieste di permessi o certificazioni potrebbero essere evase quasi istantaneamente, senza lunghi tempi di attesa.

I vantaggi non si fermano alla semplice velocizzazione dei processi. L’IA può anche contribuire a ridurre gli errori umani e a individuare in tempi istantanei frodi e incongruenze, garantendo maggiore trasparenza e sicurezza.

Il futuro della pubblica amministrazione si colora dunque di una dimensione in cui le macchine elevano il valore del contributo umano e, certamente, non lo sostituiscono. Ne parliamo approfonditamente in un video specifico sul canale YouTube Prestiter!

In sintesi

L’IA, quindi, non è la fine del lavoro umano, ma un nuovo inizio.

Un inizio dove, soprattutto in alcuni settori, come la pubblica amministrazione, le competenze individuali sono valorizzate, il servizio al cittadino diventa più snello e accessibile, e il lavoro quotidiano diventa più ricco e meno gravoso.

In questo nuovo scenario, il lavoro non solo sarà più efficiente, ma anche più proficuo e veloce.

Hai trovato interessante questo articolo? Continua a seguire il blog e iscriviti al canale YouTube Prestiter per restare sempre aggiornato!

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!