1. Home
  2. Blog
  3. Economia
  4. Mutuo: scopri come alleggerire le rate con la nuova agevolazione

Mutuo: scopri come alleggerire le rate con la nuova agevolazione

Tra le agevolazioni fiscali di quest’anno, spicca una in particolare per i titolari di mutui ipotecari: il Bonus Mutuo 2024. La misura è destinata a chi ha contratto un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale e consente di recuperare una parte degli interessi passivi pagati alla banca. Ecco come funziona e chi può beneficiarne.

Cos’è il Bonus Mutuo?

Il Bonus Mutuo è una agevolazione fiscale che consente di recuperare una parte degli interessi passivi pagati alla banca per il mutuo ipotecario, applicabile ai mutui stipulati per l’acquisto della casa di residenza.

I beneficiari di questa misura sono gli individui che:

  • hanno stipulato un mutuo ipotecario garantito da ipoteca sull’immobile acquistato;
  • sono proprietari dell’immobile e titolari del contratto di mutuo;
  • risiedono nell’abitazione finanziata dal mutuo.

La detrazione è calcolata al 19% sugli interessi passivi, spese e oneri accessori, fino a un importo massimo di 4.000 euro annui, che si traduce in un rimborso potenziale massimo di 760 euro.

PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
13/04/2024 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Hai un codice promozione?
Hai un codice promozione?
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

Condizioni Specifiche

Per accedere a questo incentivo, il mutuo deve essere stato stipulato non oltre i 12 mesi prima o dopo l’acquisto dell’immobile.

Inoltre, l’abitazione acquistata deve essere destinata a residenza principale dell’acquirente o dei suoi familiari entro 12 mesi dall’acquisto.

Una condizione particolarmente importante è che la detrazione rimane valida solo se la residenza non viene cambiata. Ci sono eccezioni nel caso di trasferimenti per motivi:

  • di lavoro
  • o di salute
  • o se un familiare continua a risiedere nell’immobile.

Quali spese sono detraibili?

Le spese detraibili nel primo anno includono gli oneri necessari per la stipula del contratto di mutuo, come:

  • l’onorario del notaio
  • le spese ipotecarie
  • e di perizia.

Per gli anni successivi, gli interessi passivi possono essere detratte fino al limite massimo stabilito.

Per beneficiare della detrazione, è necessario allegare alla dichiarazione dei redditi la Certificazione degli interessi del mutuo, un documento fornito dalla banca che attesta gli interessi effettivamente corrisposti nell’anno.

In sintesi

Il Bonus Mutuo 2024 rappresenta un’agevolazione fiscale per chi ha sostenuto o sosterrà spese per l’acquisto della propria abitazione principale attraverso un mutuo.

Grazie a questo incentivo, è possibile ottenere un rimborso  che alleggerisce il peso finanziario legato all’acquisto di una casa, confermando l’impegno dello Stato nel sostenere l’accesso all’abitazione principale.

Hai trovato interessante questo articolo? Continua a seguire il blog e iscriviti al canale Prestiter su YouTube per altri aggiornamenti interessanti riguardo la pensione, il lavoro e le finanze.

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!