Seleziona una pagina

Bonus Vacanze: la guida completa per richiederlo e utilizzarlo

24 Settembre 2020

L’estate 2020 si avvia alla conclusione, ma il tempo delle vacanze non è ancora finito! Fino al 31 dicembre si può ancora accedere e usufruire del Bonus Vacanze. Chi ne ha diritto? E cosa fare per richiedere e ottenere il Bonus? Lo scopriamo insieme in questa guida completa al Bonus Vacanze 2020!

Cos’è il Bonus Vacanze

Introdotto dal Decreto Rilancio per sostenere le spese degli italiani in alberghi, B&B e agriturismi, e favorire il rilancio del comparto turistico in seguito all’emergenza sanitaria, il Bonus Vacanze è un sussidio che arriva fino a 500 euro e può essere ottenuto e speso dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Chi ha diritto al Bonus Vacanze

Hanno diritto al Bonus Vacanze le famiglie con ISEE fino a 40.000 euro e l’importo del sussidio varia in base al numero dei membri che compongono il nucleo familiare. La misura offre:

  • 500 euro per famiglie composte da tre o più persone;
  • 300 euro per famiglie composte da due persone;
  • 150 euro da per famiglie composte una persona.

Come richiedere il Bonus Vacanze 2020

Il primo passo per richiedere il bonus è scaricare Io Italia, la app gratuita della Pubblica Amministrazione, e assicurarsi che almeno un membro del nucleo familiare sia in possesso di identità digitale SPID o CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettronica).

Le domande possono essere inviate fino al 31 dicembre 2020. L’app chiederà di inserire l’ISEE. Dopo aver inoltrato la domanda, la somma a cui si ha diritto verrà caricata sull’applicazione, unitamente al QR Code da comunicare alla struttura presso cui si intende utilizzare il Bonus.

Al momento del pagamento, la struttura inserirà il QR Code in un’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate da cui potrà calcolare lo sconto da applicare.

Istruzioni per l’utilizzo del Bonus Vacanze 2020

Per usare correttamente il Bonus è bene ricordare che:

  • È valido solo per i pagamenti diretti alle strutture aderenti all’iniziativa, sono quindi escluse le prenotazioni effettuate tramite intermediari e agenzie, mentre rientrano nella copertura del Bonus i soggiorni prenotati attraverso piattaforme online (ed esempio Booking o Airbnb);
  • Dev’essere speso in un’unica soluzione, in una sola struttura ricettiva, e la spesa deve essere documentata da fattura o scontrino/ricevuta fiscale contenenti il codice fiscale del componente del nucleo familiare che utilizza il bonus.
  • L’80% del bonus si può utilizzare per pagare il soggiorno, mentre il 20% rimanente si ottiene come detrazione di imposta nella dichiarazione dei redditi, da riscattare al momento del conguaglio.

I numeri del Bonus Vacanze 2020

In base ai dati diffusi dal Ministero per i Beni Culturali e il Turismo, a inizio agosto più di un milione di persone aveva già richiesto il Bonus, utilizzato soprattutto per vacanze in Emilia Romagna (seguita da Puglie e Toscana), che è anche la regione dove più strutture hanno aderito all’iniziativa, circa 4 su 10. I numeri del 26 agosto parlano di 1.340.913 bonus ricevuti, per un valore di 601.556.850 euro, dati che fino al 31 dicembre 2020 sono destinati a salire.

Hai trovato utili le informazioni di questo articolo? Continua a seguirci, stiamo preparando tanti nuovi approfondimenti per semplificarti la vita e offrirti nuove occasioni di risparmio!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook