Seleziona una pagina

Scuola: 10 priorità per il futuro

02 Febbraio 2021

Durante i primi giorni del 2021 il Ministro dell’Istruzione ha firmato un importante documento per definire gli obiettivi strategici a supporto della scuola. Si tratta di priorità fondamentali, che hanno l’obiettivo di migliorare i servizi scolastici come primo passo per il futuro rilancio e potenziamento della scuola.

Scuola: i 10 punti in programma per il rilancio

Per rispondere al piano proposto dall’Unione Europea agli stati membri per la ripresa – il Next Generation EU (NGEU) – e alle sfide rappresentate dalla “Linee Guida” del Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNRR) con cui il Governo ha proposto gli obiettivi che dovranno guidare gli investimenti nel prossimo triennio, sono state individuate 10 priorità per la scuola.

Dalla dispersione scolastica all’edilizia, passando per rinnovamento delle metodologie e incontro con il mondo del lavoro, il decalogo affronta ogni aspetto della gestione del Ministero.

Ecco i 10 punti nel dettaglio:

  1.  Contrastare la dispersione scolastica, promuovere l’inclusione e l’equità complessiva del sistema educativo nazionale;
  2.  Definire una relazione virtuosa tra edilizia scolastica e benessere collettivo;
  3.  Innovare metodologie didattiche e ambienti di apprendimento;
  4.  Migliorare l’offerta formativa, ridurre il gap formativo tra mondo della scuola e mondo del lavoro e valorizzare il rapporto con l’università e la ricerca;
  5.  Incentivare i processi di reclutamento, formazione e valorizzazione del personale scolastico;
  6.  Promuovere l’autonomia scolastica e potenziare il sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita ai sei anni;
  7.  Valorizzare e sviluppare il sistema nazionale di valutazione;
  8.  Ampliare il percorso di internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione e formazione e promuovere la mobilità degli studenti;
  9.  Promuovere politiche efficaci per il reclutamento, la formazione e la valorizzazione del personale dell’amministrazione centrale e periferica;
  10.  Innovare i processi gestionali: semplificare e digitalizzare per garantire efficacia, efficienza, economicità, legalità e trasparenza dell’azione amministrativa.

Hai trovato utile questo contenuto? Continua a seguirci e segnalaci altri argomenti che vorresti approfondire!

Condividi sui Social