Proteggiamo i piccoli Comuni Italiani

07 Ottobre 2016

Se le grandi città sono il motore dell’Italia, è innegabile che i piccoli Comuni ne siano il cuore: custodi di tradizioni e cultura popolare, fucina di progetti ad alta sostenibilità e basso impatto ambientale

Eppure i piccoli centri sono a rischio, con oltre 2.430 Comuni con meno di 5 mila abitanti alle prese con un progressivo spopolamento. 
Per salvaguardarli è stata appena approvata alla Camera una proposta di legge, a cura di Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente.

Di cosa si tratta?

{loadposition in-post}

In Italia i Comuni con meno di 5 mila abitanti sono oltre 5.585 e amministrano oltre la metà del territorio del Paese, con una popolazione complessiva che supera i 10 milioni di abitanti.

Per salvaguardarli, la proposta di legge appena approvata alla Camera include agevolazioni per favorire la messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico, semplificazioni per agevolare il ripopolamento dei centri storici tramite la nascita di alberghi diffusi e la diffusione della banda larga.

Tra le proposte, la valorizzazione dei prodotti enogastronomici locali e dell’agricoltura a km zero, l’agevolazione di attività tuistiche con la possibilità di acquisire case cantoniere e tratti di ferrovie dismesse, incentivi per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio.

La legge è stata approvata alla Camera lo scorso 28 settembre, all’unanimità e in tempi record, ed è ora all’esame in Senato.
In caso di approvazione definitiva, si prevedono 100 milioni di euro, da stanziare dal 2017 al 2023.

{loadposition in-post-2}

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook