Seleziona una pagina
  1. Home
  2. Blog
  3. Curiosità
  4. Obbligo di POS, multe per chi non accetta pagamenti elettronici

Obbligo di POS, multe per chi non accetta pagamenti elettronici

10 Agosto 2022

Dal 30 giugno è scattato l’obbligo di POS non solo per i commercianti, ma per tutti coloro che offrono prodotti e servizi al pubblico che dovranno quindi accettare i pagamenti elettronici. Per chi rifiuta sono previste sanzioni. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Arrivano le sanzioni per chi rifiuta i pagamenti con il POS, i dispositivi che permettono di pagare con carte di credito, di debito o prepagate. Una misura attesa da diversi anni e entrata in funzione solo dopo che il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) ha anticipato di sei mesi l’entrata in vigore delle multe che era prevista dal 1° gennaio 2023.

PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
24/09/2022 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Prestiter Cessione del Quinto

Chi non permetterà ai clienti di pagare con bancomat o con carta di credito dovrà pagare una sanzione amministrativa di 30 euro più il 4% sul valore della transazione per cui è stato rifiutato il pagamento.

In realtà già dal 2014 esisteva l’obbligo di accettare i pagamenti con POS, grazie al decreto legge numero 179/2012 del Governo Monti. Quello che mancava, però, era l’obbligo di sanzionare il caso del rifiuto ad accettare la carta.

Sono tenuti all’obbligo di POS:

  • artigiani;
  • ristoratori e baristi;
  • negozianti e ambulanti;
  • notai;
  • avvocati;
  • ingegneri;
  • geometri;
  • commercialisti;
  • medici;
  • consulenti del lavoro,
  • professionisti in genere.

L’obbligo del POS è solo una delle strade battute dal Governo per la lotta all’evasione fiscale e al riciclaggio. Nel mirino del Fisco non ci sono solo commercianti e professionisti, ma anche tutti i cittadini, che dovranno prestare attenzione ad alcuni limiti per i pagamenti in contanti, al momento fissato a 1.999,99 euro. Dal 2023, invece, si scenderà a 999,99 e in caso di superamento del limite bisognerà dimostrare la trasparenza.

Ti è piaciuto questo articolo? Continua a seguire il nostro blog, i nostri social Facebook e LinkedIn e iscriviti al canale YouTube Prestiter per tanti interessanti aggiornamenti!

Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!