Seleziona una pagina

Quest’anno scegli un Natale amico dell’ambiente!

06 Dicembre 2016

Natale sta arrivando e in casa, soprattutto se ci sono i bambini, si freme per creare un clima il più possibile natalizio. Ecco, allora, la corsa per l’acquisto dell’albero da addobbare, delle decorazioni e, per chi non può rinunciare al presepe, dei pastorelli che serviranno a ricreare l’ambientazione della grotta di Gesù.

Quest’anno, però, anche alla luce delle più recenti indagini sulla salute del nostro pianeta, sono numerosi gli inviti a ricorrere decorazioni ecosostenibili. Un ottimo modo anche per trascorrere del tempo con la famiglia, coinvolgere i più piccoli ma, soprattutto, sentire più vivo lo spirito natalizio.

Ecco allora alcune idee decorative simpatiche e creative, ma soprattutto rispettose del pianeta!

La prima scelta saggia è acquistare un finto albero di Natale. Questa soluzione non solo aiuta a salvaguardare il nostro pianeta, frenando la deforestazione e le sue conseguenze negative, ma influisce anche positivamente sulle nostre tasche. Se quest’anno dovremo comprare un albero sintentico, infatti, sicuramente risparmieremo negli anni futuri.
E se proprio desiderate un albero di Natale vero, sceglietene uno con radici che si possa ripiantare, in vendita nei vivai autorizzati dal Corpo Forestale.

{loadposition in-post}

Una delle idee più ecosostenibili e divertenti da realizzare è quella delle decorazioni in pasta di sale. Con questo metodo è possibile realizzare le forme più varie, dalla semplice stellina alla più particolare e ricercata faccina di babbo Natale. Basterà procurarsi farina e sale in uguale quantità, acqua, olio di semi e infine colla per assemblare tutto l’impasto. Infine, naturalmente, non possono mancare gli acquarelli per dare un pizzico di colore alle vostre opere d’arte. Dopo averle ben cotte in forno, a circa 60 gradi, queste decorazioni andranno bene per abbellire sia l’albero di Natale, sia i lampadari e le porte.

Un’altra idea molto originale e sostenibile è il riutilizzo delle bottiglie di plastica che, con un pizzico di fantasia, possono diventare simpaticissime decorazioni natalizie. È sufficiente tagliare la bottiglia poco più giù del collo, appena tende ad allargarsi. L’altra parte che ci interessa è quella bassa, appena la bottiglia tende ad essere più larga. Dipingiamo di bianco sia il tappo che la parte inferiore della bottiglia. All’interno della parte bassa andremo a collocare un po’ di polistirolo, a rappresentare la neve, che circonderà un piccolo cilindro in plastica (sempre ricavato dalla bottiglia) su cui poggeremo un simpatico babbo Natale o un’altra decorazione. Adesso il gioco è fatto: è sufficiente congiungere i due lati della bottiglia, incollarli e nascondere l’attaccatura con un elegante merletto.

{loadposition in-post-2}

Per carta regalo e biglietti di auguri, meglio scegliere imballaggi essenziali e facilmente riciclabili, come carta di giornale ma anche pagine di vecchi libri o stoffa.

Infine, per un pranzo di Natale a chilometro zero scegliete prodotti biologici che provengono da zone limitrofe, limitando cibi esotici e sostituendo l’acqua in bottiglia con quella del rubinetto, se potabile. Non buttate gli avanzi di cibo, ma usateli nei giorni seguenti per inventare nuove ricette. Inoltre usate stoviglie lavabili, oppure piatti e bicchieri di materiali biodegradabili e riciclabili, evitando la plastica. Un’originale idea per i segnaposto? Utilizzare pigne, peperoncini, rametti e foglie secche.

Buon divertimento. E auguri!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook