Insonnia? Ecco 7 consigli per dormire bene

21 Marzo 2016

Il sonno ci fa sentire meglio, ma la sua importanza va ben oltre il miglioramento dell’umore e l’assenza di occhiaie. Dormire bene è parte fondamentale di uno stile di vita sano, che porta benefici a mente, cuore e anche al peso corporeo.

Se la notte il sonno sembra un miraggio, e invece di pacifiche ore di riposo continui a girarti tra le coperte, probabilmente stai adottando alcune abitudini sbagliate

Ecco sette consigli per riposare correttamente!

1. No alle bevande stimolanti

Una delle causa di insonnia è ovviamente l’assunzione di bevande che contengono caffeina, come bibite, caffè o bevande stimolanti. Attenziona anche al té, sostituibile con tisane e infusi di erbe rilassanti, ad esempio camomilla, melissa o biancospino.

2. Niente cene abbondanti

Ad impedire un riposo corretto contribuiscono anche cibi pesanti ed elaborati. Piatti troppo ricchi non fanno altro che rallentare la digestione e favorire sogni inquieti. L’esempio classico è la peperonata, tanto gustosa quando problematica.

Meglio cenare almeno due ore prima di andare a dormire, preferendo verdure, cibi leggeri e poco speziati.

{loadposition in-post}

3. Attenzione ai dispositivi elettrici in camera

L’utilizzo di dispositivi elettronici come smartphone e tablet, ma anche il guardare la televisione subito prima di dormire, può disturbare il sonno. La luce, infatti, previene la produzione di melatonina, fondamentale per addormentarsi.

Quindi, meglio evitare di guardare schermi luminosi prima di coricarsi. E se proprio non riesci a farne a meno, abbassa il più possibile la luminosità del dispositivo e tienilo a distanza.

Per evitare di essere disturbato, poi, disconnetti il telefono e togli ogni suoneria. Tranne quella della sveglia, si intende!

4. Un buon materasso

Anche la scelta del materasso è importante: uno non adatto o rovinato, oltre non far dormire bene, potrebbe causare col tempo malesseri cronici e spiacevoli.

Il trucco consiste dunque nell’utilizzare un materasso ortopedico e soprattutto confortevole, talmente accogliente da far riposare alla perfezione. 

{loadposition in-post-2}

5. Il giusto clima nella propria stanza

Il caldo afoso o il freddo certamente non conciliano il sonno. Per questo è importante che in camera da letto vi sia la temperatura ideale, solitamente compresa tra 18 e 24 gradi (a seconda di preferenze personali, stagione e umidità).

6. Il riposo pomeridiano

Un piacevole riposino pomeridiano può aiutare a rilassarsi e recuperare le energie per affrontare il resto della giornata. Attenzione però a non esagerare: dormire poco potrebbe rendere nervosi, mentre dormire troppo potrebbe intaccare le ore di sonno della notte.

La durata ideale? Mezz’ora, così da non influenzare il sonno notturno.

7. Il giusto ritmo

Infine, come buona abitudine per riposare correttamente, cerca di andare a letto e svegliarti alla stessa ora. Ascolta il tuo corpo per comprendere di quante ore di riposo hai bisogno, e organizzati di conseguenza. 

Un ritmo costante aiuta a dormire più rilassati, svegliandosi pieni di energia e soprattutto sereni.

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook