Assicurazioni e diritto all’oblio oncologico: ecco le novità

Nell’ambito di un’importante evoluzione legislativa in materia di privacy e diritto all’oblio oncologico, una bozza di disegno di legge in Italia potrebbe aprire nuovi orizzonti per la sottoscrizione di  polizze assicurative per coloro che hanno avuto una patologia oncologica e sono liberi da recidive da almeno 10 anni. Vediamo di che si tratta.

PRESTITO ZERO SPESE
PER DIPENDENTI PUBBLICI, STATALI E PENSIONATI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
25/07/2024 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più
Hai un codice promozione?
Hai un codice promozione?
Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l’informativa privacy
Prestiter Cessione del Quinto

Le persone guarite da una patologia oncologica non saranno più tenute a fornire informazioni o subire indagini sulla loro pregressa malattia per:

  • accedere a mutui
  • sottoscrivere polizze assicurative
  • partecipare a concorsi pubblici
  • o richiedere un’adozione.

È questa la bozza di legge, attualmente all’esame della commissione Affari sociali della Camera, che ha ottenuto un sostegno trasversale da parte di tutto il Parlamento.

Non sarà più necessario fornire informazioni personali

Secondo il testo, per stipulare o rinnovare contratti relativi a:

  • servizi finanziari
  • bancari
  • di investimento
  • e assicurativi

non sarà più necessario richiedere informazioni sullo stato di salute dei soggetti interessati da precedenti patologie oncologiche, a condizione che il trattamento si sia concluso senza recidive per almeno 10 anni.

Le banche, le compagnie assicurative, gli agenti e gli intermediari del credito saranno tenuti a cancellare entro 30 giorni dalla pubblicazione del provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale ogni informazione riguardante le patologie oncologiche dei propri clienti. Il Ministero della Salute avrà poi la facoltà di stabilire, entro i successivi 3 mesi, termini diversi da 10 anni per specifiche tipologie di tumori.

Questa nuova legge rappresenta un importante passo avanti:

  • nella tutela della privacy
  • e nel riconoscimento dei diritti di tutti i cittadini.

Oltre a garantire la possibilità di accedere a mutui e polizze assicurative senza dover rivelare informazioni sul proprio stato di salute passato, la proposta di legge rimuove anche il peso di dover divulgare tale informazione in contesti come concorsi pubblici o richieste di adozione.

Per approfondire, invece, il tema riguardo l’importanza dell’assicurazione nel settore del credito al consumo rimandiamo al video specifico sul canale YouTube di Prestiter.

Questa proposta di legge rappresenta senza dubbio un grande passo avanti in termini di pari opportunità e di salvaguardia da discriminazioni o pregiudizi.

In conclusione:

  • la bozza del disegno di legge sul diritto all’oblio rappresenta una vittoria per l’abbattimento di pregiudizi e discriminazioni
  • offre la possibilità di vivere senza l’ansia di dover divulgare informazioni private sul proprio passato oncologico in contesti che potrebbero pregiudicare le pari opportunità
  • rappresenta un importante passo in avanti nel garantire la privacy e i diritti di tutti
  • testimonia l’impegno del Paese verso una società più equa e inclusiva.
Condividi sui Social
Prestiter Migliore Sempre

Ristrutturare casa, l’auto nuova, sistemare le finanze familiari, un matrimonio…
Prestiter è il tuo alleato nei momenti che più contano, con 20 anni di esperienza e la nostra capillare rete di consulenti esperti.

Crediamo fortemente nelle persone. E siamo specializzati nel rendere la tua vita sempre migliore!