Seleziona una pagina

I 7 pilastri dell’alimentazione sana

11 Aprile 2016

L’alimentazione è una dimensione della nostra vita la cui rilevanza viene a volte sottostimata. Alcune persone mangiano solamente per fornire calorie al corpo, senza rispettare i tempi e le modalità di digestione dell’organismo, mentre altri eccedono con le pietanze più dannose, indulgendo in peccati di gola dagli effetti nocivi per la salute.

Ma quali sono i pilastri su cui poggia una nutrizione sana ed equilibrata?
Ecco 7 consigli basilari per curare la propria alimentazione!

1. Inizia la giornata con una buona colazione

Alcuni la saltano del tutto, per altri non è altro che un sinonimo di cornetto e cappuccino. La prima colazione va invece interpretata come il pasto più importante del giorno e deve fornire il giusto apporto energetico e vitaminico per affrontare l’intera mattinata.

Si può iniziare bene la giornata con fibre, spremute, yogurt e frutta fresca o secca.
Da evitare, invece, alimenti ricchi di zuccheri aggiunti o grassi vegetali idrogenati.

2. Evita le abbuffate

Gran parte dei problemi di digestione sono causati dalle tipiche “abbuffate”, assolutamente da evitare per salvaguardarsi anche dai rischi di colesterolo e dai problemi al fegato.

{loadposition in-post}

3. Mangia piccoli snack nel corso della giornata

Per spezzare la fame e caricarti di energia, consuma piccoli snack a metà mattinata e metà pomeriggio. Aumenterà la concetrazione, migliorerà l’umore e sarai portato a mangiare meno durante il pasto successivo. Può andare bene un semplice frutto di stagione, della frutta secca oppure una barretta nutrizionale.

Numerosi studi hanno dimostrato che chi fa cinque pasti ha meno colesterolo, minor rischio di malattie cardiovascolari e minore peso corporeo rispetto a chi segue la stessa dieta ma la concentra in pochi pasti abbondanti.

4. Bevi con regolarità

Nel corso di una giornata va consumato almeno un litro e mezzo d’acqua, meglio due.
I liquidi aiutano il corpo ad eliminare le tossine, evitano la disidratazione, stimolano il metabolismo e ritardano l’invecchiamento.

5. Limita i dessert calorici

A molti piace concludere un buon pasto con un generoso dessert, come il tiramisù o una fetta di torta. Occorre tuttavia tenere a mente che l’assunzione eccessiva di zuccheri semplici raffinati fa salire il livello di glicemia nel sangue e può causare un aumento del peso corporeo, aumentando il rischio di patologie future.

{loadposition in-post-2}

6. Inserisci pesce, verdura e frutta nella dieta quotidiana

Consumare ogni giorno un piatto di pasta con sughi eccessivamente pesanti, secondi a base di carni rosse e pietanze fritte può assecondare il palato, ma sicuramente non produrrà effetti salutari all’organismo.

É opportuno allora mangiare pesce almeno 2 o 3 volte a settimana, mentre frutta fresca e verdura non dovranno mai mancare a tavola.

7. Evita il cibo spazzatura

Al fine di migliorare la salute, è necessario minimizzare il consumo di junk food, ossia hamburger, patatine fritte e tutti i cibi preconfezionati dei fast food. Se abbinata ad una costante attività fisica, la nuova dieta apporterà dei benefici insperati su peso forma e valori del sangue.

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook