Seleziona una pagina

Bonus Facciate e detrazioni: ecco come risparmiare sulle tasse

30 Marzo 2020

Hai in programma di restaurare la facciata della tua casa? Questo potrebbe essere il momento giusto! La nuova legge di Bilancio 2020 permette infatti importanti detrazioni per i lavori di pulitura, tinteggiatura e recupero, ma i bonus si applicano soltanto ad alcune zone e a specifiche tipologie di abitazioni. Scopriamo tutti i dettagli del Bonus Facciate 2020!

Bonus Facciate: cos’è e a quali interventi si applica

Il Bonus Facciate, insieme al Bonus mobili, è una delle misure previste dalla nuova Legge di Bilancio 2020  che permette di detrarre dalle imposte lorde il 90% delle spese sostenute nel corso del 2020 per lavori sulle facciate di un edificio. 

Tra questi lavori rientrano anche gli interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna, ma solo se effettuati sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi. Nel caso in cui i lavori prevedano anche il rifacimento dell’intonaco c’è l’obbligo di scegliere quello termico, quindi di migliorare la qualità energetica dell’immobile, certificando il risparmio energetico ottenuto e inviandone comunicazione anche all’Enea. Sono invece esclusi dal bonus tutti gli interventi che riguardano, ad esempio, grondaie, antenne, infissi, porte o cancelli.

Diversamente da altri bonus simili, il Bonus Facciate non prevede limiti massimi, né per la spesa né per la detrazione, che viene suddivisa in 10 quote dello stesso importo, sia per l’anno in cui vengono effettuate le spese che per i nove anni successivi.

PRESTITI ONLINE
PER PENSIONATI E DIPENDENTI PUBBLICI
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
24/11/2020 – Servizio Prestiti Attivo: Leggi di più

Inviando la richiesta dichiaro di avere letto l'informativa privacy.

Chi può richiederlo?

L’obiettivo dichiarato del provvedimento è migliorare l’aspetto delle città e il decoro degli edifici. Per questo motivo le detrazioni previste dal Bonus Facciate si applicano soltanto agli immobili che si trovano nelle zone urbane, sia nei centri storici che nelle periferie, a patto che siano ampiamente edificate. 

Restano quindi fuori le villette poste in aree isolate, come pure i comprensori sviluppati in aree di campagna che, per lavori di questo genere, possono comunque usufruire di detrazioni diverse, che coprono il 50% delle spese.

Come fare richiesta per il Bonus Facciate?

Per concorrere alle detrazioni previste dal Bonus Facciate 2020 le spese sostenute devono essere documentate e il pagamento deve essere stato effettuato con bonifico bancario che, oltre alla descrizione dell’intervento, deve riportare:

  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • la partita IVA del professionista che ha effettuato i lavori.

Per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali è inoltre necessario indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali dell’immobile su cui si sono realizzati gli interventi. Tutta la documentazione deve infine essere raccolta e conservata con cura, così da poterla mostrare, in caso di richiesta, agli uffici competenti.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle nuove misure per migliorare il valore e il comfort della tua casa? Continua a seguirci, sul nostro blog sono in arrivo ogni settimana nuovi articoli e contenuti speciali!

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook