5 app per risparmiare sulla benzina

22 Marzo 2017

Federconsumatori ha appena reso nota una notizia preoccupante per le tasche degli italiani: rispetto al 2016 la benzina costa di più. Ciò è legato a doppio filo all’aumento della tassazione e anche il gasolio, ovviamente, non è esente da tale incremento.

In buona sostanza, le famiglie spenderanno in media 150 euro in più all’anno. Come fare, dunque, per risparmiare?
Le nuove tecnologie possono venirci in aiuto! Grazie a una comodissima applicazione si ha infatti la possibilità di confrontare in tempo reale tutti i prezzi e di scegliere il distributore più economico.

L’applicazione del Ministero per risparmiare

Osservaprezzi Carburanti: è questo il nome dell’applicazione interamente gratuita grazie alla quale si ha la possibilità di risparmiare sul rifornimento. Questa applicazione è stata rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico e permette, con una semplice ricerca, di scoprire in tempo reale i prezzi applicati. I dati, infatti, vengono aggiornati ogni giorno e i distributori che non procedono con l’aggiornamento sono, addirittura, passibili di sanzione.

{loadposition in-post}

Altre applicazioni

Le app che permettono di risparmiare sul pieno sono davvero moltissime. Tra queste ci sono, ad esempio, Octo, Prezzi Benzina, Waze e Fuelio.
Octo è un’app del tutto gratuita che tiene sotto controllo lo stile di guida dell’autista e gli permette di godere di vantaggiosi sconti.
Prezzi Benzina, invece, consente di individuare il distributore meno costoso nella zona. Inoltre, consente di scoprire i distributori meno cari anche sul percorso impostato con il navigatore.
Il funzionamento di Waze è pressoché il medesimo. Questa applicazione, però, permette anche di rimanere sempre aggiornati sul traffico e sugli autovelox. In merito a questa applicazione, è opportuno segnalare che per funzionare alla perfezione necessità di molta energia e, pertanto, consuma rapidamente la batteria dei dispositivi.
Fuelio, infine, tiene sotto controllo i consumi e li inserisce in un sistema di calcolo che genera un grafico molto intuitivo. Consultando tale grafico si ha la possibilità di capire come e, soprattutto, dove risparmiare.

{loadposition in-post-2}

Insomma, a questo punto appare chiaro che per risparmiare davvero sul pieno di carburante basta qualche click. C’è da scommettere, poi, che queste applicazioni riusciranno nel tempo a rappresentare un vero e proprio calmiere dei prezzi: in un mercato concorrenziale, il fatto che i consumatori abbiano la possibilità di scoprire in tempo reale i distributori più economici potrebbe rappresentare uno stimolo per abbassare i prezzi in modo tale da attirare più clienti e puntare, quindi, sulla quantità.

Di sicuro vale la pena scaricare una di queste applicazioni, valido aiuto per far quadrare i conti a fine mese.

Condividi sui Social

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

Seguici su Facebook